Come smettere di ricevere telefonate pubblicitarie

.

.

telefonate

.

SEGUITECI SULLA PAGINA FACEBOOK Curiosity

.

.

 

Come smettere di ricevere telefonate pubblicitarie

 

Chi a casa ha il telefono fisso sa bene che, più o meno e a seconda dei giorni, la linea fissa viene presa d’assalto da venditori e aziende pubblicitarie che cercano di vendere qualsiasi cosa. Come fare allora per smettere di ricevere telefonate di tipo pubblicitario? Il modo, anzi più d’uno, c’è. E non solo per quel che riguarda la linea fissa, ma anche il cellulare. Ecco allora come procedere.

Come smettere di ricevere chiamate pubblicitarie

Il telefono fisso, ormai, non serve praticamente più salvo in pochi casi. Grazie allo smartphone e alle promozioni più o meno convenienti, offerte da quasi tutti gli operatori, possiamo chiamare liberamente dal cellullare numeri di telefono fissi e mobili senza troppe restrizioni e, quindi, a conti fatti, la linea fissa di casa perde un po’ la sua utilità.

Chi per pigrizia, chi perché preferisce comunque avere un appoggio telefonico dentro casa, sta di fatto che sono ancora molte le persone che, anche se lo usano poco, hanno deciso di tenersi dentro casa il caro cordless. Ma diciamo la verità: tra tutte le volte che il telefono squilla, quante volte si tratta di amici e parenti? E quante altre, invece, si tratta di telefonate di tipo pubblicitario?

Tra nuove offerte per l’ADSL, l’acquisto di vini pregiati o altri prodotti per la casa, per telefono cercano di venderci praticamente di tutto. E poi ancora ci sono i sondaggi e le persone che telefonano per sapere se il vostro appartamento è in vendita. Insomma, molte volte la linea di casa diventa un proprio bersaglio per seccatori e venditori. Ma come fare per far cessare tutto questo?

Smettere di ricevere telefonate pubblicitarie si può, basta semplicemente sapere come agire in base ai casi e alla situazione in cui ci si trova. Facciamo allora degli esempi pratici per capire meglio di che cosa stiamo parlando.

La prima soluzione da prendere in considerazione è quella di non comparire sugli elenchi pubblici. Non è molto, ma se volete tenere il vostro numero di casa senza essere contattati da estranei, la soluzione migliore è dare il vostro numero di telefono solo alla vostra cerchia ristretta di amici e parenti e non iscrivervi ai servizi che registrano le utenze.

La seconda opzione possibile è l’iscrizione al Registro delle Pubbliche Opposizioni. Si tratta di un servizio, rivolto ai soli clienti della linea fissa e promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, che permette di rimuovere direttamente il proprio numero di telefono dalle liste che gli operatori telemarketing utilizzano per contattare i cittadini.

Per rivolgersi al Registro delle Pubbliche Opposizioni è necessario però che il numero di casa sia presente negli elenchi pubblici telefonici e che, per qualsiasi motivo, non si sia data a nessuno l’autorizzazione per essere contattati da terzi. Il servizio è gratuito ed è stato messo a disposizione a tutela dei cittadini che vogliono proteggersi da telefonate moleste.

Ci sono, però, alcune limitazioni. Come abbiamo detto, il Registro delle Pubbliche Opposizioni può essere utilizzato solo per la rete fissa e sono per i numeri che sono presenti negli elenchi pubblici. Per iscriversi è sufficiente accedere alla pagina web dedicata e compilare il modulo previsto per l’iscrizione; sarà necessario inserire tutti i propri dati personali e il numero che si vuole escludere da questo tipo di telefonate.

Quando avrete completato l’iscrizione, vedrete comparire una pagina di riepilogo; il foglio va stampato e conservato per sicurezza. Alla vostra casella di posta elettronica verrà inviato invece un codice identificativo che serve per verificare lo stato di iscrizione al servizio di ciascun numero. L’iscrizione può essere revocata in qualsiasi momento e, sempre attraverso il codice identificativo, è anche possibile modificare i propri dati personali in qualsiasi momento.

L’iscrizione sarà valida entro 15 giorni dalla richiesta dell’avvio del servizio e il blocco delle telefonate di tipo pubblicitario entrerà in vigore dopo questo periodo. Se continuate a ricevere telefonate di tipo pubblicitario è perché, probabilmente, avete dato il vostro consenso a trasmettere a terzi il vostro numero, magari durante la compilazione di moduli e programmi fedeltà in cui basta una sola spunta per concedere l’autorizzazione.

COSA PREVEDE LA LEGGE

La normativa prevede che chiunque inoltri telefonate a scopo di telemarketing ha l’obbligo di comunicare al Registro delle Opposizioni i numeri che intende chiamare. Se nella lista sono presenti numeri iscritti al registro, le aziende sono obbligati a cancellarli dall’elenco di quelli che hanno intenzione di contattare.

Uno dei problemi più insidiosi, però, è che le liste non vengono aggiornate con frequenza e questo si traduce automaticamente in chiamate che partono lo stesso nonostante i numeri da contattare siano iscritti al registro. In linea teorica, chi non rispetta le regole imposte dal registro delle opposizioni infrange la legge e può essere sanzionato in qualunque momento.

COSA FARE SE LE CHIAMATE CONTINUANO

Se siete sicuri di non avere mai concesso l’autorizzazione a trattare i vostri dati personali, ma le chiamate di tipo promozionali arrivano lo stesso, potete contattare il Garante per la protezione dei dati personali. Per farlo è necessario scaricare l’apposito modulo, compilarlo e inviarlo all’indirizzo indicato sul modulo stesso.

Per qualsiasi problema che riguarda l’iscrizione al Registro delle Pubbliche Opposizioni, potete contattare il numero verde 800. 265. 265, attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, oppure inviare una raccomandata all’indirizzo e secondo le modalità indicate direttamente sul sito web del servizio.

Questo per quel che riguarda le telefonate pubblicitarie sui numeri fissi. Ma cosa bisogna fare, invece, se non vogliamo più ricevere questo genere di chiamate sui cellulari? In questo caso è possibile scaricare delle applicazioni capaci di bloccare istantaneamente le chiamate che provengono da call center e operatori di telemarketing. Il funzionamento di queste applicazioni è molto semplice; i numeri di agenzie di telemarketing sono inseriti in appositi database, molte volte creati anche con il contributo degli utenti che li hanno segnalati, e l’applicazione li riconosce come molesti.

L’applicazione consente di non ricevere più le telonate pubblicitarie che vengono così intercettate e bloccate prima ancora che l’utente senta il telefono squillare. Ne esistono diverse, compatibili sia per Android, sia per iOs e quasi tutte permettono anche di bloccare le telefonate in entrata che provengono da numeri anonimi o comunque non presenti nella rubrica del cellulare.

Una volta scaricata l’applicazione, potete scegliere di spuntare la voce che invia le statistiche sulle chiamate in arrivo; in questo modo impedirete ai server di condividere i numeri delle persone dai quali le telefonate partono. È necessario poi spuntare la voce che permette di bloccare i numeri valutati in modo negativo in base alle ricerche e agli inserimenti all’interno del database.

Se è vero che questo genere di applicazione risulta utile e molto comoda da utilizzare, dall’altro è necessario preservare il più possibile la propria privacy. Alcune applicazioni, infatti, prevedono, nella procedura di iscrizione, una clausola che consente che il numero di telefono diventi comunque rintracciabile all’interno del database pubblico utilizzato dal servizio.

Questo potrebbe rappresentare decisamente un problema per la vostra privacy e per ovviarlo è sufficiente disattivare l’account, cancellare l’applicazione e compilare in ogni sua parte il modello di richiesta sul sito ufficiale che regola il servizio.

Per chi possiede un iPhone, la situazione cambia ulteriormente. Se è vero, infatti, che anche in questo caso entra il gioco il database che identifica i potenziali numeri molesti, dall’altra parte l’iPhone crea in automatico un contatto con il numero in questione, per permettere poi di sfruttare l’impostazione di balcklist, già inclusa all’interno del sistema operativo.

Se invece utilizzate uno smartphone con sistema operativo Android, è sufficiente recarsi nella sezione contatti e crearne uno con il numero di telefono che avete intenzione di bloccare. È possibile inserire più numeri, in riferimento a un solo contatto, per fare in modo che si possa bloccarne contemporaneamente anche più d’uno.

COME DIFENDERSI DALLE TELEFONATE PUBBLICITARIE

Facciamo adesso il punto della situazione, per capire come difenderci e come tutelarcidalle telefonate moleste e di tipo commerciale, pratica legale sì, ma comunque tediosa. Ecco quali sono i consigli da mettere in pratica:

  • Iscriversi al Registro delle Pubbliche Opposizioni (solo se il numero è presente negli elenchi pubblici)
  • Negare sempre il proprio consenso quando si firmano moduli di attivazione che riguardano servizi a cui siamo interessati, dalla carta fedeltà del supermercato agli abbonamenti di riviste e raccolte punto. Per farlo è sufficiente spuntare sempre la casella “no”.
  • Controllare sempre che sul display del telefono, anche in caso di telefonate pubblicitarie, compaia sempre il numero di chi sta telefonando. Per leggere il numero deve sempre essere visibile e, qualora non lo fosse, cercate di scoprire, rispondendo al telefono, il nome dell’azienda che vi sta contattando. Se riuscite a entrare in possesso del nome dell’azienda, è vostro diritto inviare loro una raccomandata, diffidandoli dal chiamarvi nuovamente con telefonate a scopo commerciale.
  • Nel caso in cui le chiamate proseguano i cittadini possono rivolgersi al Garante della privacy o alle autorità giudiziarie. Anche in questo caso, prima di procedere con qualsiasi segnalazione, è bene fare una verifica per controllare che non siate state voi a prestare il consenso per trattare i vostri dati personali con finalità di telemarketing.

fonte: http://www.guidaconsumatore.com/consumo_consumatori/come-smettere-di-ricevere-telefonate-pubblicitarie.html

I commenti sono chiusi.